Il metodo

Il metodo

Il percorso metodologico

A scuola ci andiamo da soli

Nella proposta alla scuola sono previste una serie di attività che il Laboratorio condurrà in classe e nel quartiere a partire dalla classe III della scuola primaria.

Ogni anno si acquisiscono nozioni e competenze adatte all’età dei bambini e al percorso curriculare: educazione stradale, comprensione della toponomastica, attenzione all’ambiente, comunicazione e promozione di un altro modo di pensare i propri spostamenti nei confronti degli adulti.

Dopo aver condiviso il progetto con dirigente e insegnanti ed individuato l’insegnante di riferimento (Mobility manager scolastico) l’esperto lavora in classe con i bambini:

  • Presentazione del progetto: motivazioni e finalità
  • Compilazione del questionario: conoscere le abitudini dei bambini è fondamentale per comprendere in che modo sia meglio operare in un dato contesto
  • Rappresentazione grafica del percorso casa-scuola
  • Studio della mappa di quartiere con evidenziazione degli aspetti principali e caratteristici
  • Individuazione della propria abitazione sulla mappa
  • Individuazione percorsi comuni con i relativi punti di incontro in base alla provenienza dei bambini
  • Attività con la Polizia locale: Regole di comportamento e norme (educazione stradale) principalmente riferita a pedoni e ciclisti, Accenno alla viabilità ciclabile per le quinte, Simulazioni e percorso pratico su strada
  • Sopralluoghi : insieme alla polizia locale, agli/le insegnanti e ad alcuni cittadini e componenti di associazioni di volontariato si svolge una passeggiata – uscita nel quartiere per identificare, fotografare e riportare i punti più difficoltosi, i percorsi, i suggerimenti e gli aspetti positivi. Al rientro in classe si esegue insieme ai bambini un report graficizzato in dossier e cartelloni.
  • Attività di educazione ambientale e di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile agli adulti del quartiere

Festa di inaugurazione della fase attuativa:

A SCUOLA CI ANDIAMO DA SOLI!

Sin dal primo anno di attuazione del progetto, nelle due scuole dove viene attuato, si svolge mensilmente il Monitoraggio: i bambini per una settimana al mese effettuano un report su come raggiungono la scuola e così il Comune conosce e studia costantemente i risultati del progetto.

Il progetto promuove l’autonomia dei bambini e la socializzazione; comporta interventi sulle infrastrutture viarie per la mobilità di un intero quartiere per permettere ai bambini stessi di raggiungere la scuola in sicurezza e agli adulti di recuperare tempi di vita e di potersi anch’essi spostare in modo sostenibile per andare al lavoro.

A Fano il progetto è attivo nei quartieri S. Orso – scuola primaria F. Montesi – e Poderino – scuola primaria G. Rodari.

Rappresentazione del percorso casa/scuola
Individuazione dei percorsi e punti di incontro
Attività con la polizia locale
Sopralluoghi nel quartiere insieme alla Polizia e Insegnanti
Attività di educazione ambientali

In questi tre anni di attività i quartieri hanno visto modificate alcune delle strade principali, sono stati effettuati lavori di sistemazione di alcuni incroci e messi in evidenza percorsi che rendono sicuro l’andare a scuola da soli.